Il Venerdì Grasso

Published on giugno 29th, 2018 | by francoligas

Presidente Malagò: un atto dovuto o non crede nell’Uefa?

“Il Venerdì Grasso”…ritorna a parlare del caso Milan anche alla luce del dispositivo della sentenza emesso dall’Uefa.
Nella sua interpretazione il signor Li è un prestanome? Se è questa la sua paura l’UEFA deve dirlo con chiarezza e denunciare anche il nome di chi lo copre. Ma doveva dirlo subito anziché a dieci giorni,, ora sono otto, dalla sentenza definitiva del Tas, il signor Commisso, facoltoso italo americano, avrebbe avuto tutto il tempo a disposizione per intavolare una seria trattativa con la spiantata controparte.
Ergo l’UEFA voleva colpire il Milan e basta.
Proprio per questo il capo dello sport italiano e il commissario della nostra Federcalcio sono usciti allo scoperto per difendere il Milan.

La difesa d’ufficio del presidente del CONI non è piaciuta a tanti commentatori, fra questi c’è anche il nostro Francesco Demeco.
Con il suo solito linguaggio franco e diretto ci spiega il perché del dissenso.

🏅🏅Caro Presidente, credo che da oggi sarà meno simpatico agli occhi dei tifosi della Fiorentina, coinvolti indirettamente dalla sua querelle con la UEFA.

Non ritengo siano corrette le sue dichiarazioni rilasciate in merito alla sentenza UEFA sull’esclusione del Milan alla partecipazione della prossima Europa League, in quanto non è la storia di un Club a stabilire se corretta o meno tale sanzione, ma esiste un Organo Competente che valuta il Fair play finanziario.
La consideravo un uomo di sport in quanto Presidente del CONI, e la mia definizione di sport forse non coincide con la sua.
Per me lo sport è e dovrebbe esser “pulito” senza aggirare gli ostacoli con Doping, o altri tipi di aiuti o favori come lo è il doping finanziario
Senza l’Europa il Milan avrebbe sicuramente meno entrate a livello economico e certi giocatori non può permettersi di tenerli in rosa per il loro ingaggio, è questo il vero problema?
Se il problema è essenzialmente questo a vigilare deve essere proprio lei, in Italia le leggi esistono per bypassarle a tutti i livelli. Anche costruire un nuovo stadio, Roma dovete, provoca stragi politiche🌘🌘


About the Author



Back to Top ↑