Francamente vostro

Published on aprile 30th, 2018 | by francoligas

Giovanni “cholito” Simeone 3

“Francamente vostro”…niente e nessuno riesce a unire e difendere contemporaneamente il calcio dove, soprattutto, si confondono passioni, campanilismo, simpatie e odio. Purtroppo anche l’odio.
Firenze ieri ha giustamente festeggiato, Napoli no perché si è piegato sotto la responsabilità di coltivare il sogno scudetto e entrambe/i hanno forse consegnato il settimo scudetto alla Juventus, i cui tifosi se la godono alla grande.
La coda velenosa è sulla scia dell’arbitraggio di Orsato in Inter-Juventus, è compito dell’intelligence calcistica chiarire tutto e velocemente. Il calcio non è in grado di accollarsi un altro scandalo.
Tra la vittoria della Fiorentina e la sconfitta del Napoli si respira, nei social, un clima da sfida all’ok corral che non piace, sgomenta e impaurisce.

Fiorentina-Napoli ha esaltato il carattere di chi crede ancora nell’Europa League e bocciato chi doveva cullare il sogno scudetto con una prestazione brillante.
È stata la partita di Simeone perché ha siglato tre reti da vero contropiedista implacabile ma lo é stata tutta la squadra nel sottolineare le debolezze dimostrate dal Napoli.
Pioli ha chiuso bene la difesa con l’aiuto dei tre centrocampisti e Chiesa, ieri un po’ sottotono, ha fatto finalmente l’esterno avanzato che impegna anche tatticamente il suo avversario.
Tenere il passo di squadre impegnate con avversarie più malleabili non è poco.

Il Napoli mi ha deluso perché non è riuscito ad entrare in partita pur sapendo che la sua vittoria avrebbe portato avanti il sogno scudetto.
Il Napoli non era concentrato e lo ha dimostrato subito con Koulibaly che, in vantaggio con Simeone, si è fatto raggiungere e lo ha fatto volare con un calcione.
In inferiorità numerica ha confermato i suoi limiti caratteriali , ha continuato a non giocare, il suo arrendersi era irritante. Praticamente non ha mai tirato in porta mente la Fiorentina poteva arrotondare già nel primo tempo.

Se il Napoli si è svuotato dopo la vittoria della Juventus a Milano ha sbagliato dimostrando di non avere grande personalità ma il calcio deve intervenire su quei fotogrammi velenosi diffusi nei social. Per fare chiarezza, le insinuazioni come le calunnie possono provocare un’ESPLOSIONE.

Hanno collaborato Chiara Dabizzi Francesco Demeco


About the Author



Back to Top ↑