Diario di Bordo

Published on aprile 24th, 2018 | by francoligas

Firenze arbitra: «Non faremo favori a nessuno» La Gazzetta dello Sport

“Il mio diario di bordo”…oggi il calcio italiano ha la possibilità di riscattare un anno horribilis puntando con la Roma la finale di Champion’s. Questi primi 90′ li giocherà stasera contro il Liverpool, non sarà facile fare punti ma non impossibile.
Nonostante tutto l’attenzione nazionale si è, invece, focalizzata sulla sfida scudetto e non perché la Juventus sabato si giocherà a Milano contro l’Inter il punto di vantaggio in classifica ma perché il Napoli domenica sarà ospitato dalla Fiorentina.

Il Napoli sabato conta sulla sconfitta della Juventus ma per scavalcarla in classifica deve l’indomani vincere a Firenze e la cosa potrebbe essere difficile e complicata. Anche la Fiorentina deve vincere per cullare il sogno Europa League.

Fossimo un paese normale prenderemmo atto delle due sfide e aspetteremmo fino a risultato acquisito, al massimo ci saremmo trastullati con i soliti dati statistici, sul nome dell’arbitro designato, dei diffidati, dell’infermeria e della formazione da mandare in campo.
Siccome normali non lo siamo banalizziamo il tutto mischiando le antipatie con le simpatie(?), la politica con la geografia, le rivalità pregresse con quelle più recenti.
Il tutto serve per montare il solito giallo all’italiana mettendo a nudo strategie che non stanno né in cielo e né in terra.
Pensare ed ipotizzare che la Fiorentina faccia vincere il Napoli per favorirlo nella lotta allo scudetto è inimmaginabile come lo è l’altra faccia della medaglia: favorire la nemica Juve perché il Napoli è altrettanto antipatico.
La Fiorentina proverà a vincere perché l’impone il rispetto delle regole e perché vuole centrare l’obiettivo Europa. Per fare questo ha bisogno dell’aiuto del suo pubblico.
Quello che si chiama il dodicesimo giocatore in campo.

Lo stesso discorso, ma con meno animosità, si fa a Milano ed ha fatto bene Luciano Spalletti a scendere in campo invitando i suoi a tifare per l’Inter e non contro la Juventus. Non è la stessa cosa.
Vinca chi merita in quei 90′ più recupero.

Hanno collaborato Chiara Davizzi e Francesco Demeco


About the Author



Back to Top ↑