Diario di Bordo

Published on aprile 23rd, 2018 | by francoligas

Un uomo vide una ragazza

“Il mio diario di bordo”…sulla partitissima Juventus-Napoli il titolo più efficace per me è quello del Quotidiano Sportivo. CANTA NAPOLI sembra troppo facile per una città che cantando sa denunciare e valorizzare i suoi pregi e i suoi difetti.
Quel CANTA NAPOLI è semplice ma efficacissimo perché quella rete al 90′ in sospensione di Koulibaly che schiaccia dall’alto verso il basso è un acuto, un do di petto carusiano. Musica per le orecchie dei tifosi azzurri e dei milioni di anti juventini.
I social hanno dato voce all’urlo degli uni e degli altri secondo la nostra antica tradizione. Fare adesso del facile moralismo non ha senso.

Sappiamo tutti che il calendario favorisce la rincorsa del Napoli ma considerare spacciata la Juventus è un’operazione inconcepibile e non solo per il punto in più in classifica ma per le impennate d’orgoglio dimostrate, anche recentemente, da Allegri e dai giocatori.
Per alcuni critici Allegri ha pagato il suo narcisismo tattico, quello che lo porta a cercare il miglior risultato con il minimo sforzo. In Italia è la squadra più completa e, per non sprecare energie importanti, sa gestire a modo suo le partite.
Non sempre è possibile, quella di ieri sera era una partita anomala per affrontarla allo stesso modo.

Anche Sarri ha soffocato il suo orgoglio offensivo ed ha schierato un Napoli poco propenso ad offrire il contropiede ai bianconeri per controbatterlo in mezzo al campo. Allegri pensava a difendere i 4 punti di vantaggio in classifica mentre al Napoli il pareggio non bastava ed ha vinto. Con un acuto che ha zittito la milionaria tifoseria juventina, come ha scritto Lucio Dalla:
“….un uomo(Koulibaly) abbraccia una ragazza(la vecchia signora)
dopo che aveva pianto
Poi si schiarisce la voce
E ricomincia il canto…..”
il campionato si è riaperto!!!
NAPOLI CANTA E LA JUVE PIANGE(tuttosport)

Ha collaborato Francesco Demeco


About the Author



Back to Top ↑