Pugilato

Published on febbraio 28th, 2018 | by francoligas

Il silenzio terribile dei difensori morali del pugilato italiano.

Non sono deluso e tantomeno sorpreso del silenzio totale del nostro pugilato sul caso Fox Sport. Un silenzio per me vergognoso, significa che a nessuno interessa sapere che quella scritta, apparsa alla presentazione della serata di Roma, è la conferma che è in atto una emarginazione totale del nostro sport.
Ti mando in onda, questo il messaggio di Fox, ma attento perché la tua proposta nuoce alla sensibilità delle persone. Come fosse un film ad alta tensione sessuale.
Nemmeno i soliti e meritori divulgatori del messaggio pugilistico si sono soffermati su questo argomento, molto meglio chiedersi perché i maestri cubani non possono stare all’angolo dei nostri dilettanti azzurri.
So benissimo che non merito una risposta da Vittorio Lai o Andrea Locatelli perché le categorie sono categorie, non merito una risposta da parte di chi è nell’orbita Sky, dagli organizzatori/manager e dai pugili.
Una risposta che non arriverà perché il nostro pugilato non ha risorse morali ed economiche per potersi ribellare al disinteresse delle emittenti italiane.
Sono tutti sotto scopa altrimenti il nostro pugilato in TV non ci va, dunque è necessario
abbassare la testa e subire.
Un atteggiamento che non paga e mette in discussione la capacità dirigenziale di chi ricopre invece ruoli importanti.

 

ha collaborato Francesco Demeco

 

 

 


About the Author



Back to Top ↑